Indice clima di fiducia dei consumatori Indice clima di fiducia delle imprese Istat

Istat. Clima di fiducia di Gennaio: bene i consumatori, male le imprese.

Published by:

Fonte: istat.it

Fonte: istat.it

 

Il 2016 è un anno bisestile (1) Esiste un vecchio detto “Anno bisesto, anno funesto”… Ma noi ci occupiamo di pianificazione finanziaria della famiglia

Detto questo… iniziamo a dire che nel primo giorno di borsa, il nostro indice ha perso il 3,2%, facendo compagnia a tutte le altre borse mondiali. (2)

Il petrolio sta “viaggiando” sui valori minimi e questo fatto è uno dei fatti che mette in apprensione i guru dei mercati finanziari, quelli che sanno già cosa succederà….

Ma esistono anche persone che non sanno cosa succederà e provano a dire la loro, in base a quello che vedono in giro, sulla propria pelle, sulla pelle di chi sta vicino.

E poi ci sono i sondaggi. Quello di ISTAT, serve a calcolare l’indice di fiducia dei consumatori e delle imprese italiane (sono 2 indici diversi).

Esce ogni fine mese a date prestabilite.

Quello di gennaio 2016 (3) è positivo per i consumatori, ma negativo per quanto riguarda le imprese.

Riassumendo i risultati, il consumatore pare più’ ottimista per quanto riguarda la attuale situazione personale, compresa la propensione al risparmio. Stabili invece le attese future. Pare aumentare la propensione all’acquisto di beni durevoli, mentre resta invariata quella all’acquisto di autovetture. Cala invece la propensione all’acquisto di una nuova casa mentre cresce l’idea di sistemare e ristrutturare la propria.

Vede la situazione economica attuale in lieve calo rispetto al mese precedente e cala anche l’aspettativa sul futuro.

fiducia imprese

Per quanto riguarda le imprese, il calo dell’indice che misura il clima di fiducia è calato da 105,6 a 101,5 (sempre in base 2010=100).

In caso sia le imprese manifatturiere, le imprese di costruzione (lievemente), le imprese dei servizi di mercatoimprese del commercio al dettaglio.

Non vi stresso con i numeri, che potete trovare direttamente nel file sul sito dell’Istat. (3)

Probabilmente la tredicesima sul conto (per chi ha un conto, per chi ha la tredicesima e per chi ha un lavoro), ha lasciato il sorriso sulle labbra agli intervistati per quanto riguarda il presente e aspettiamo quindi conferme nei prossimi mesi per poter vedere a che punto siamo della “ripresa”. E per le aziende avremo modo di verificare con le trimestrali anche se la CGIA punta il dito sulla pubblica amministrazione per il ritardo della ripresa (5)

Per quanto riguarda il Pil, il terzo trimestre ha portato un +2% che fa arrivare allo 0,6% la crescita del 2015. Aspettiamo marzo per vedere a quanto chiuderà realmente, a fronte di un progresso tendenziale del 0,9%…(4)

Alla prossima.

(1) https://it.wikipedia.org/wiki/Anno_bisestile

(2) http://www.milanofinanza.it/news/il-2016-si-apre-con-l-orso-lunedi-nero-per-tutte-le-borse-201601041759207114

(3)http://www.istat.it/it/files/2016/01/cs_fiducia_01_2016_ARRM.pdf?title=Fiducia+dei+consumatori+e+delle+imprese++-+27%2Fgen%2F2016+-+Testo+integrale+e+nota+metodologica.pdf

(4) http://www.istat.it/it/archivio/175168

(5) http://www.cgiamestre.com/2016/01/le-inefficienze-della-pa-frenano-la-ripresa/