Indice clima di fiducia dei consumatori Indice clima di fiducia delle imprese Istat

L’indice ISTAT della Fiducia dei consumatori e imprese ancora giù a Maggio

Published by:

Fonte: ISTAT

Fonte: ISTAT

 

Il nuovo report dell’Istat, evidenzia un altro calo del clima di fiducia dei consumatori a Maggio. Dopo il massimo raggiunto in Marzo, a 110,9 (primo dato con il nuovo parametro indice 2010=100), i giudizi e le attese dei consumatori italiani sono peggiorate ed in Maggio diminuiscono in termini di percezione sull’attuale situazione economica, le aspettative sulla disoccupazione e le attese sui prezzi al consumo.

Mentre quello sulle imprese, cala di pochissimo (da 102,1 di aprile a 102 di Maggio), l’indice composito che misura il clima di fiducia dei consumatori passa da 108 di Aprile a 105,7 di questo mese.

Sono aumentati i pessimisti, ovvero quelli che ritengono molto peggiorata la situazione economica italiana e quelli che ritengono che il peggio deve ancora venire…

Per quanto riguarda i prezzi al consumo, calano gli intervistati che ritengono che i prezzi siano diminuiti, ma riguardo al futuro si aspettano una sostanziale stabilità rispetto ad oggi.

Riguardo alla propria situazione personale e famigliare, i dati sono in lieve aumento, in quanto diminuiscono i pessimisti riguardo alla attuale personale situazione e aumentano quelli che danno giudizi positivi sull’opportunità di risparmiare oggi, anche se per il futuro non intravvedono capacità di risparmio.

Riguardo agli acquisti, ritengono non sia oggi il momento di effettuare acquisti di beni durevoli e calano anche quelli che pensano di poter acquistare in futuro. Aumentano quelli che ritengono che spenderanno molto meno per acquisti futuri di beni durevoli.

Per quanto riguarda le imprese, cala il clima di fiducia delle imprese di costruzione rispetto ad aprile, comprese le aspettative sulla occupazione nel settore.

Le aspettative per le imprese manifatturiere calano rispetto ad aprile passando da 104 a 103,5. Migliorano le attese di produzione ma calano i giudizi sugli ordini.

Il clima di fiducia delle imprese di servizi invece sale da 104,5 di aprile a 104,9, specialmente nel settore del trasporto e magazzinaggio, nei servizi turistici e nei servizi alle imprese.

Nel commercio al dettaglio, il clima di fiducia cala da 105,9 a 104,3 anche se il settore della distribuzione tradizionale (da 102,7 a 104,9) va in controtendenza rispetto alla grande distribuzione (da 106,4 a 103,3)

Fonte dati: ISTAT

Close